Una nuova versione di LinkedIn per iOS richiede l’autorizzazione all’utilizzo del Bluetooth per vedere quali sono i dispositivi vicini anche quando l’app non è attiva.

Un informatico, Rik Ferguson, ha condiviso l’immagine della richiesta su Twitter.

Un altro utente ha postato una versione della stessa richiesta in un’altra lingua:

Sembra che le richieste appaiano dopo l’aggiornamento 9.1.25 che aveva come changelog “Correzioni di bug e miglioramenti”.

Nel frattempo, LinkedIn ha dichiarato ad El Reg:

“In order to help our members more easily connect with one another, we’re exploring an opt-in “find nearby” feature that will help them find other members nearby. This will be an opt-in experience and members will have control of when their location is used for this feature. A prompt to enable Bluetooth on our iOS mobile app went out in error to a small group of LinkedIn members. We are working on a fix immediately and we apologise for any confusion.”

La modifica servirebbe, quindi, per attivare una funzione chiamata “find nearby” (cioè trova [amici] vicino [a te]). La richiesta di utilizzare il Bluetooth sarebbe stata mostrata per errore ad un piccolo gruppo di utenti LinkedIn.

Rik Ferguson non è però d’accordo:

Infatti, dopo queste dichiarazioni sarebbe stato rilasciato un nuovo aggiornamento con lo stesso changelog del precedente che molto probabilmente elimina la richiesta di utilizzo del bluetooth.

Ricordo che LinkedIn è diventata una società di Microsoft e che si prospetta un aggiornamento dei termini e condizioni di servizio. Conoscendo l'azienda, era ovvio che ad ogni minimo passo falso ci si sarebbe subito allarmati, non trovate?

Fonte aggiuntiva: The Register