Categorie
Informatica

Uber riesce ad identificare i telefoni anche dopo che l’app è stata disinstallata

Attraverso una pratica, chiamata fingerprint, UBER poteva identificare i telefoni iOS individualmente, anche dopo che l’app fosse stata disinstallata (o dopo che il telefono fosse stato resettato). Questo tipo di pratica è vietato dall’azienda di Cupertino ed in un incontro con il CEO di Uber, Tim Cook ha minacciato di rimuovere l’applicazione dallo store.

Localizzando la posizione dei quartieri generali della Apple avevano impedito, modificando il codice, che i dipendenti Apple venissero a conoscenza della cosa ma la violazione delle regole è stata comunque scoperta.

Comunque, Uber ha smesso di continuare a tracciare gli utenti proprio perché minacciati da Apple stessa.

Free-license Image: http://freestocks.org/fs/wp-content/uploads/2016/01/uber_iphone_app.jpg

Fonte: The Verge

Di Ferdinando Traversa

Studente di un liceo scientifico barese e accanito contributore di Wikipedia, di Wikinotizie e degli altri progetti Wikimedia, coordinatore regionale per la Puglia di Wikimedia Italia. Appassionato di Informatica, mi piace sviluppare con Ruby (on Rails) e Titanium.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *